sabato 31 luglio 2010

Prima settimana di vita in campagna

E' passata ormai la prima settimana qui nel Far East e, per quanto possa sembrare, la sensazione di stare in vacanza, che sarebbe anche preventivabile, non ci sfiora nemmeno.

Mi spiego: qui si sta alla grandissima e tutto, belli rilassati, tanto che dei miei momenti di soffocamento a Smogville non se ne vede gia' piu' traccia, ma il punto e' un altro. Viviamo - abbiamo iniziato cioe' da subito - con la piena consapevolezza che questa e' una vita tutta nuova, non una vacanza.

Ovvero, e' una sensazione incredibile sapere di non dovere piu' rispettare i ritmi e le condizioni dettate da qualcun altro e fare il proprio lavoro, la propria cosa che ha il senso preciso che stabiliamo noi per noi stessi.

Certo, questo comporta mettere pesantemente in discussione lo stile di vita che ci e' stato messo davanti agli occhi da quando siamo nati, ovvero il modello di vita consumistico. Lavoro d'ufficio , automobile e una miriade di cazzate da comprare. Produci, consuma, crepa, ci diceva crudamente L1nd0 F3rr3tt1 un tempo.

Tuttavia, io ho sempre avuto un po' questa tendenza, che evidentemente aveva solo bisogno di espandersi, di fiorire. Prova ne e' il fatto che con uno stipendio che molti trovano appena sufficiente per campare, sono riuscito negli anni passati, non solo a campare, ma a pagarci il mutuo, non farmi mancare nulla e persino a risparmiare.

Quindi il momento di rimboccarsi le maniche e' adesso, subito.

Da una settimana stiamo percio' mettendo sottosopra la casa per poi sistemare la nostra roba, che sta sparsa dappertutto. Abbiamo cominciato levando gli stipiti dalle porte della cucina e della sala, combinando un mezzo casino. In sostanza, forzando le zanche che fissavano gli stipiti della cucina, son venuti giu' i tocchi di malta. Una figata.

Adesso stiamo ricostruendo il muro, con l'intento poi di tirarlo liscio sui bordi e piazzarci una travetta in cima. In sala stessa cosa, ma di maggiore effetto, dato che l'apertura e' doppia in larghezza ed e' alta fino al soffitto.

Oggi poi sono particolarmente soddisfatto, perche' ho finito di tinteggiare sala e anticamera di rosa antico, con soffitti e profili di porte e finestre bianchi. Tre mani di bianco e due di rosa.

I lavori proseguono un po' a rilento per via degli strascichi di burocrazia che ancora dobbiamo smaltire: TARSU, conguagli utenze, roba cosi', e, dulcis in fundo, il rogito di questa casa fissato per martedi'.

Vai all'ufficio postale o a spedire un fazz o a comprarti un bel flessibile e ti si accorcia la giornata in modo pazzesco. C'e' da dire che qui il tempo non basta mai e le giornate pare che sian di sei ore, cazzo.

Per il resto, c'e' un clima in 'sti giorni che ci metterei la firma ad avercelo tutto l'anno: la notte fa addirittura fresco, tanto che si dorme con lenzuolo e copriletto.

Da una settimana stiamo in pratica magnando a sbafo. Lo zio A (questo e' uno zio vero, pero'!) ci ha portato una sporta di zucchine ed e' anche il fornitore dell'ottimo Merlot di cui ci abbeveriamo. La cugina F pomodori, peperoni, zucchine, cetrioli, peperoncini dolci e piccanti, una marea di sedano e un botto di prezzemolo. L'amica L pomodori, melanzane e uova. Una paccata di uova anche dall'amica C. Abbiamo poi le susine dell'albero in giardino.

Insomma, non oso immaginare quando cominceremo ad avere anche noi il nostro orto e le nostre bestiole...

Tra l'altro, credo di non aver mai assaggiato dei pomodori come questi dell'orto. Spaccano.

Tutto bene, quindi, qui nel Far East. Ah, quando riusciro' a recuperare la fotocamera - nel 2020, penso - comincero' a postare anche qualche bella foto, tipo della roba che marcisce nella compostiera.

4 commenti:

  1. Ciao Zio!!!
    Per il momento un grande saluto da parte mia e di Flavia,anche a Fabiola.
    Siamo in partenza per la Baviera,Sameister,zona Schwangau;solo 9 giorni,meglio di niente.
    A presto.

    RispondiElimina
  2. Ciao barbaro etilico,
    vi ammiro per la scelta, mi hai battuto sul tempo, ho gettato le basi per tutto questo nel 2008 ma ho dovuto fare retromarcia nel 2010, a Febbraio è arrivata Isabeau la mia splendida bambina, quest'anno lo uso per ritirare il tiro poi si vede... Spero di riuscire a cambiare al più presto rotta e scappare da Smogville.
    Immagino che li non ti serve una lavapavimenti nel caso chiama rotowash.
    Un abbraccio a te e Fabiola, a presto.

    RispondiElimina
  3. Si Si ... la tua lavapavimenti preferita.

    RispondiElimina