lunedì 18 ottobre 2010

Brewing the Fabyola Blond

Dopo la visita dello zio V, con il quale - manco a dirlo - abbiamo passato 4 giorni fantastici, sono a narrare le ultime novita' che qui non mancano mai.

Intanto abbiamo completato l'installazione ed il rodaggio di questa meraviglia qui:


ottimo investimento per ridurre considerevolmente la spesa per il riscaldamento.

Dopodiche' ho agguantato il coraggio a due mani per approcciare un altro aggeggio inquietante, ovvero la sega circolare che ho acquistato d'occasione. Dopo una giornata di sega & martello ho realizzato finalmente il mio banco da lavoro, che' non ne potevo piu' di lavorare per terra o sui cavalletti.

In bolla, cazzo!
E' venuto bello massiccio e dev'essere completato con una copertura in lamiera zincata.

Nei prossimi giorni, dato che nel frattempo e' stata raccolta l'erba medica nel campo ed esso e' quindi ora nella mia disponibilita', avro' un bel da fare, ma nel mentre mi sono anche deciso a collaudare l'attrezzatura per fare la birra, realizzando quasi 24 litri della birra di cui al titolo.

Era ora.

Intanto, ecco la ricetta:

Fabyola Blond (IV versione)

Ingredienti per 24 l a OG 1058 (~14 Plato)

Fermentabili:
  • 5 Kg di malto Pilsener
  • 0,5 Kg di malto Aromatic
  • 0,5 Kg di fiocchi di farro
Luppoli:
  • 25 g di Hallertauer Magnum in pellets (14,6% AA) a 90'
  • 30 g di Tettnanger in coni (3,8% AA) a 10'
  • 20 g di Tettnanger in coni (3,8% AA) al flameout
  • 30 g di Tettnanger in coni (3,8% AA) in dry-hopping per due settimane in maturazione, dopo il travaso
Lievito: Fermentis Safbrew T-58 secco in busta da 11g, starterizzato per 18 ore.

Caratteristiche previste:
  • FG 1012
  • ABV 6%
  • IBU 55
  • SRM 6
Carbonatazione con 4,5 g/l di zucchero di canna.

Vabbe', ho fatto un po' di casino, tipo smettere di filtrare a 1016, salvo poi perdere 8 litri in bollitura (!) e dover compensare con 4 litri d'acqua nel fermentatore, ma alla fine non ho neanche svaccato troppo, dai.

Pensavo sinceramente di andare in merda con la filtrazione, invece il nuovo zapap, nonostante la geometria del cazzo - stretto, alto e con troppo spazio tra i due fondi - mi ha regalato una resa davvero sorprendente.

I problemi li ho quindi avuti in bollitura, complice il fornellone che funziona troppo bene. :)

Ecco qui un bel reportage fatto dalla mia dolce 4/5.

Harvey's brand new brewhouse!


Raccolta del mosto

Mosto in pentola

Verso la bollitura

La Fabyola Blond pronta per fermentare
Prosit!

6 commenti:

  1. Zii! Che bella la stufa accesa, vederla così è un vero regalo :-)
    Grande Zio H, la prossima volta la facciamo assieme una birra, ehh??
    Un abbraccione.

    RispondiElimina
  2. Certamente! Quando vieni la prossima volta facciamo una bella (n*I)PA da 22 plato minimo col primo mosto e una bitterina col resto. :)

    RispondiElimina
  3. Davvero bella la stufa e visto l'avvicinarsi anticipato del freddo (qui in fine settimane si prevedono già le prime gelate) direi che ci voleva proprio. Grande Zio!!
    by roby

    RispondiElimina
  4. Con la stufa a legna, la mia nonna faceva delle torte strepitoseeeeeee!!!zia Fabi sbizzarrisciti..
    un abbraccio
    silvia & fede
    by bilbo

    RispondiElimina
  5. che invidia!
    Sei un grande!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina