giovedì 11 novembre 2010

Vacanze a Orto Rotondo

Beh, noi signori sappiamo vivere, mica no. Come Burlesquoni, ne' piu', ne' meno.

Inizio della fase di lavorazione

Dopo l'esperienza fallimentare di ortobio ed acquisito il pieno controllo dei possedimenti terrieri, ci siamo cimentati nella preparazione della prima frazione di orto di produzione. Scimmiottando il modello permaculturale dell'aiuola a buco di serratura, tratto dal solito manuale di Bill Mollison, abbiamo tracciato due cerchi concentrici formando una corona circolare larga 3 m, per complessivi 55 m2 circa, considerando il sentiero. Le aiuole verranno tracciate a settori.

Questo, al di la' del rompere la monotonia delle forme convenzionali negli orti, serve a creare un punto di concentrazione per le attrezzature, evitando cosi' rosari di bestemmie mai udite prima per aver lasciato qualche cazzo d'attrezzo dalla parte opposta, oltre che ottimizzare l'irrigazione e le altre operazioni.

Ovviamente, dato che questo orto *deve* dare dei frutti piu' che presto, non ho potuto utlizzare tecniche che evitano la lavorazione del suolo, come la pacciamatura a tappeto, perche', se non vuoi lavorare tu devi lasciare alla natura il tempo di farlo per te. Successivamente, a fianco di questo, traccero'  un orto gemello da trattare appunto con la pacciamatura a tappeto, perche' il suo utilizzo e' previsto per la prossima primavera.

Aiuola lavorata
Per lavorarla in profondita', eliminando sassi e fittoni di erba medica, ho utilizzato la fida forca foraterra, che mi ha consentito di sbrigarmela in meno di due giorni senza sfasciarmi troppo. Tranne la giornata piena, dalle 8:30 alle 13 e dalle 14 alle 18, al termine della quale, effettivamente, ho bestemmiato in quattro lingue (escluso l'italiano) per entrare nella vasca da bagno.

Comunque, dopo aver suddiviso l'orto in otto aiuole rialzate, due delle quali divise a meta', ho seminato come segue e, dopo due settimane le piantine hanno cominciato a spuntare, a esclusione dell'aglio e dello scalogno che dormono ancora.



E chiudiamo con una bella immagine dell'orto come e' suddiviso:



E ora, un brindisi con un bel bicchierone di merlot!

3 commenti:

  1. E braaaavo il mio Harvey.

    RispondiElimina
  2. Grande Harvey ... ti seguo con interesse.

    Ficken wir zusammen?

    RispondiElimina